Che si fa per Capodanno?!

In realtà che si fa per Capodanno lo so.
E stasera che mi mette un po’ di pensieri….
E’ sempre stato così. Sarà che – nonostante le apparenze – sono un tipo nostalgico, e l’idea di un anno che si chiude mi angoscia sempre un po’.
Sarà che c’è sempre la fatidica domanda “Che fai l’ultimo dell’anno?!”………….. Una domanda di riserva?!!

Insomma: benedettissimo 31 Dicembre. Che si fa?!

Combattuta tra la voglia di organizzare qualcosa  di “Yeah” – non so se rendo. E il desiderio di rispettare i tempi e i bisogni dei miei piccini.

Quindi: escludiamo concerti in piazza e giri in centro, con il rischio anche di esser colpiti da qualche botto vagante – e qui è la “mamma superansia” che parla!!
Escludiamo serate dedicate ai più piccini in città, perché non esistono!!!!! O almeno: io non ne ho trovati……..
Ci rimangono il Circo Medrano di Scandicci e il “Magnifico Acquatico”: alè!
Ma possibile?! Pare di sì!
“Babbè, pazienza” – direbbero i gemellini.

Noi prepariamo la nostra festa!
Prima di tutto e soprattutto: palloncini!!! Almeno una decina e gonfiati all’elio. Che festa è senza palloncini?!?!
E poi…. Inizia un nuovo anno: grinta!! Me lo dico da sola.
E’ un anno tutto da scrivere, da scoprire.
Un anno per andare esattamente dove vogliamo. Almeno: incamminarci!
Un anno per far diventare realtà, sogni e progetti. Almeno: provarci!
E allora – in attesa di questo 2013 e dei (miei) buoni propositi: Auguri!!!!!!!
Di cuore.

Siamo al fine settimana

Ecco qualche appuntamento per questo fine settimana: l’ultimo fine settimana del 2012…….. Emozione!!
Io però, lo dico: se il tempo regge porto tutti alle cascine. Una sbiciclettata per concludere l’anno in bellezza, è quello che – mi – ci vuole!!!

Sabato 29 Dicembre, dalle 16.30, siete tutti invitati al terzo compleanno della BiblioteCaNova Isolotto! Presso gli spazi Junior: candeline, brindisi e taglio della torta. In più: letture animate e laboratori per bambini.

Domenica 30 Dicembre, alle 15.30 e alle 17.00, Pupi di Stac presenta “L’uovo del Gigante”, uno spettacolo per bambini dai 3 ai 10 anni. Appuntamento al Teatrino del Gallo, in Via San Gallo, 25r. Info e prenotazione – obbligatoria – allo 055 2658324

Sempre Domenica, “Leonardo artista e scienziato”, un avvincente viaggio nella scienza del disegno e della pittura del Rinascimento attraverso giochi ed esperimenti ottici. Appuntamento alle 15.00 al Museo Galileo. Info e prenotazioni 055 265311 oppure weekend@museogalileo.it

E se poi avete voglia di farvi una bella scorpacciata di presepi – in senso latu, naturalmente – non perdetevi “Calenzano la città dei Presepi”. Al centro ST.ART fino al 13 gennaio, oltre 5000 presepi, in tutte le misure, fatture, collocazioni e ambientazioni possibili.

Se non ora…

Posso far finta di niente di fronte a chi giustifica un omicidio sostanzialmente perché “te la sei cercata”?!
No, non si può.
Anzi: Non si deve!

Eppure, in casa nostra non si guarda il tg.
E le notizie, ancora, vengono “filtrate”.
Per questo – almeno con i miei bambini – ho scelto di far finta di nulla.
Dovrei dar lor spiegazione di parole deliranti ed offensive: della dignità della donna ma anche di quella dell’uomo. Dipinto come un animale che non sa tenere a bada i suoi istinti, cadendo e cedendo alle provocazioni.
E che spiegazione dovrei dare? Non ce ne sono.

Mi piace di più puntare al positivo e insegnar loro, a parole e con i fatti – e questo sì che è impegnativo – che ognuno merita rispetto: come uomo, come donna, come bambina e come bambino. Che non c’è razza, colore, religione, forma degli occhi o del naso, altezza o corporatura, genere e sesso, non c’è bello o brutto che tenga.
Tutte le persone son persone e come tali vanno trattate.

E poi: la bellezza dell’esser diversi, tutti quanti. Anche loro, che son gemelli, maschi e biondi, tutti e due. Son diversi, incredibilmente.
E che questo è un bene. Anzi, è prezioso.

Ci credo davvero. Ci provo. E il messaggio – lo vedo – arriva, chiaro!
Sento una grande responsabilità, come mamma, come cittadina, come donna.
Perché i bambini di oggi saranno gli uomini di domani.

E se non ora, quando?

E Natale! Auguri

E’ Natale.
Stupore. Dolcezza. Tenerezza.
Ho ricevuto in dono queste righe, ieri.
Sono il mio modo per dirvi “Auguri, di cuore”:

“E’ Natale ogni volta che
sorridi a un fratello
e gli tendi la mano.



E’ Natale ogni volta 
che
rimani in silenzio
per ascoltare l’altro.



E’ Natale ogni volta
 che
 non accetti quei principi
 che
relegano gli oppressi
ai margini della società.



E’ Natale ogni volta 
che
speri con quelli che disperano

nella povertà fisica e spirituale.



E’ Natale ogni volta 
che
riconosci con umiltà
i tuoi limiti
e la tua debolezza.



E’ Natale ogni volta
 che
permetti al Signore 
di rinascere
per donarlo agli altri”.

Madre Teresa di Calcutta.

Pause

Siamo entrati nel turbinio prenatalizio.
Ci sono gli ultimi regali da comprare – che finalmente con oggi son finiti!
C’è da pensare a dove metterli e quando incartarli – per non farsi beccare in flagranza dai piccini.
C’è da pensare a cosa cucinare, per la vigilia e per il giorno di Natale – non saremo a casa ma per me il Natale più bello è: “ognuno porta qualcosa”.
C’è la spesa da fare – e l’idea di doverla fare insieme ad un migliaio di altre persone mi atterrisce.
Ci son i panni sporchi da tenere sott’occhio – per non ritrovarsi il giorno di Natale con la tuta da ginnastica come unico capo pulito.
C’è il parrucchiere da fiss….. Eh no! Quello no. Fortunatamente non sono troppo tipo da parrucchiere – un impegno in meno!

E poi ci sono un sacco di amici a cui far gli auguri – e questo però è bello. Anzi, meraviglioso!
I regali da impacchettare.
Bigliettini da scrivere.

C’abbiamo messo in mezzo anche un giro in tramvia, una passeggiata in centro, un giro in giostra. Insomma: siamo tutti distrutti. O meglio: i bimbi sono stanchi.
Io son proprio a pezzi!

Oggi però ho trovato il modo di rallentare: un bel pranzo rumoroso e un bellissimo scambio di regali tra amici. Seduti sul tappeto, come gli indiani.

Rallentare, sì!
Perché Natale è un bambino che nasce.
Stupore. Dolcezza. Tenerezza.
Niente a che vedere con questo turbinio.

Aspettando il Natale: un fine settimana tra musei e biblioteche

E’ un fine settimana speciale, questo! Per i babbi e le mamme Natale ritardatari – con riferimenti espliciti alla sottoscritta – è tempo di correre!!! Per chi è stato bravo e ha fatto le cose per tempo: ecco qualche appuntamento per respirare l’aria natalizia della nostra meravigliosa Firenze e godervi qualche ora con i vostri bambini!

Un appuntamento per bambini curiosi. E’ Sabato 22, dalle 15.00 alle 17.00 alla Sezione di Zoologia “La Specola” di via Romana 17. Per passare due ore divertenti tra animali di oggi e di ieri, popoli del mondo, minerali e tanto ancora! I laboratori sono per i ragazzi dai 6 ai 12 anni  - max. 20 partecipanti. 
Prenotazioni allo 0552346760.

Per gli appassionati degli astri, sabato alle 15.45 e alle 17.00 – “Il cielo in Biblioteca”, alla scoperta delle costellazioni. Sotto la cupola di un planetario mobile saranno letti alcuni brani del libro “Storie dei cieli del mondo” – Albanese, Brunetti, Gasperini. 
L’appuntamento, alla Biblioteca delle Oblate, è per i bambini dai 6 agli 11 anni. Info e prenotazioni allo 055 2616512

Sempre sabato, questa volta alle 17.00, “Come sono nate le stelle?”. Alla BiblioteCaNova Isolotto, un pomeriggio di musica e racconti, per i bambini dagli 8 ai 12 anni e per le loro famiglie.  Prenotazione allo 055 710834.

Domenica dalle 10 alle 12, a Sesto Fiorentino, al Centro Dadartè di via Gramsci, sarà disponibile un Baby parking per tutti quei genitori che vorranno dedicarsi agli acquisti natalizi, lasciando i bambini alle cure di un team di educatori. Il costo sarà di 8 euro l’ora – 4 a testa  in caso di fratellini.

Sempre domenica, alle 15.00 e alle 16.30, alla Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze, un Laboratorio di Natale. A seguire – alle 16.00 e alle 17.30 -la visita al planetario con 
“Quello scansafatiche di Ercole e la ricerca dell’albero di Natale”. L’attività di laboratorio e del Planetario è rivolta a famiglie con bambini dai 6 anni. Prenotazione obbligatoria allo 055 2343723.

Poi ci sono gli appuntamenti al Museo dei Ragazzi di Palazzo Vecchio – fittissimi: il 22, il 23 e anche il 24!!! Info e prenotazioni allo 055 276 8224 – 055 276 8558 oppure info.museoragazzi@comune.fi.it.

E la miriade di presepi sparsi per le chiese del centro, le lucine, gli addobbi…
Insomma: il quasi – Natale!!!